Vittore Buzzi | Lo sguardo fotografico
Lo sguardo fotografico e la rappresentazione del mondo.
Lo sguardo fotografico
19958
post-template-default,single,single-post,postid-19958,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-4.6.2,vc_responsive

Guardare il mondo

Guardare il mondo

L’atto del fotografare è un atto complesso che porta con sé un approccio al mondo.
Ci sono tante componenti diverse:

  • si fotografa per appropriarsi di qualcosa
  • si fotografa per ricordare
  • si fotografa per archiviare / catalogare
  • si fotografa per mostrare
  • si fotografa per scoprire
  • si fotografa per accettare
  • si fotografa per modificare
  • si fotografa per rappresentare
  • si fotografa per piacere
  • si fotografa per contemplare
  • si fotografare per controllare
  • di fotografa per ammansire l’ansia

Spesso seguo un progetto o una idea quando mi appresto allo scatto ma c’è quasi sempre qualcosa che mi attira dal reale, che mi richiama, mi risucchia in maniera inesorabile.
Avendo frequentato paesi esotici e situazioni fuori dalla norma per tanti anni so bene come stupire l’osservatore, conosco il piacere dell’attimo congelato dell’incontro inatteso dello scambio lungo i sentieri del mondo.
E’ però un po’ di tempo che la mia fotografia si è trasformata in contemplazione nello stupore di sentire lo straordinario nell’ordinario, nel dozzinale nella normalità più agghiacciante.

Lì nella Brianza profonda mi commuovo per un albero piantato fra fredde e lisce piastrelle, per una aiuola che stenta nello spartitraffico o per un lampione in cemento pronto a superare indenne un olocausto nucleare, già sopravvissuto al suo ideatore…

La fotografia mi dà l’occasione di contemplare il mondo di accettarlo nella sua bizzarria di celebrarne la bellezza… Ogni foto è un piccolo orgasmo di gioia.

Vorrei pensare che lo capissero molte municipalità e che con loro si potesse iniziare a lavorare ad una catalogazione del territorio…
Piccole fantasie di fotografo felice…

Oggi guardo il mondo mentre la macchina corre veloce sulla statale, guida una amica bionda immersa nei suoi pensieri, siamo così vicini ambedue persi nei nostri sguardi, uno volto ad un passato che non c’è più, smarrito, volatilizzato, andato, l’altro tutto intento a godere del presente…

Vuoi che racconti la storia della tua azienda o del tuo brand?

Editorial Photographer Fotografo Corporate

Vittore Buzzi

No Comments

Leave a Comment