Vittore Buzzi | Tornare a guardare, tornare a vedere
20231
post-template-default,single,single-post,postid-20231,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-4.6.2,vc_responsive

Tornare a guardare, tornare a vedere

Tornare a guardare, tornare a vedere

E’ stato un periodo intenso, di letture di pensieri e di studi…

L’archivio mi ha assorbito molto…. Ho guardato e sono tornato a vedere.
Intanto on line c’è stata una offerta di corsi, un fiorire di dibattiti che non bastano due vite a vedere e ascoltare tutto quello che è stato prodotto negli ultimi mesi.
Un intasamento di contenuti, tutti che richiedono un po’ di attenzione, tutti sperano in futuro di venderti qualcosa…

Nonostante il digitale le foto diminuiscono, la visione ha bisogno di soffermarsi di chiedersi se vale la pena, il travaglio di un’altra immagine probabilmente inutile, persa nel flusso che viene vomitato in continuazione da tutti noi.
Tutti con uno sguardo, con una opinione, così banale, così superficiale, così egoista e così inutile…

Tutte foto così uguali tremolano su uno schermo e scompaiono.
Riprendiamoci il tempo, riprendiamoci le nostre vite…
Torniamo a guardare, torniamo a vedere.

Basta la retorica, il già visto il trito e ritrito sgombriamo gli occhi la vista.

Io sono tornato a leggere ho piccoli consigli… Gioiosi, alcune pagine sono tornate utili altre sono nuove.

Annie Ernaux  Il posto

Gianni Celati Verso la foce

 Antoine de Saint-Exupéry Il piccolo principe

“È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi.” diceva la volpe… Sarà poi vero? mi chiedo io.

Vittore Buzzi

No Comments

Leave a Comment