Vittore Buzzi | Pillole di produttività per fotografi maratoneta o sprinter
Pillole di produttività per fotografi maratoneta o sprinter
Pillole di produttività per fotografi maratoneta o sprinter
20779
post-template-default,single,single-post,postid-20779,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-4.6.2,vc_responsive
pillole

Pillole di produttività 04: maratoneta o sprinter?

Pillole di produttività 04: maratoneta o sprinter?

È un luogo comune tutti (anch’io) tendono a paragonare il lavoro del fotografo a quello del maratoneta.
Costanza, quotidianità, allenamento e risultati nel lungo periodo.

Un po’ (sono malizioso) è dovuto al fatto che chi vende corsi o ricette miracolose deve dirti che i risultati si vedono dopo un tot di tempo dopo che il vostro portfolio è stato alleggerito senza avervi dato molto se non qualche practices riciclata dall’ultimo libro di self help americano.

In realtà accanto alla parte di di resistenza e resilienza è necessario sviluppare delle doti di scatto, di allungo, il guizzo che vi permetta di differenziarvi, di scattare una qualche foto prima e meglio degli altri.

Quindi pazienza nel lungo periodo e rapidità nel breve.

Fare il fotografo oggi è un lavoro bellissimo ma occorre allenare la mente e il corpo.

Si deve non piangersi addosso ma reinventarsi in modo da creare dei presupposti per avanzare creare del nuovo e apprezzare il buono del passato.

Giorno dopo giorno con la prontezza di dare la zampata veloce al momento giusto.

 

Vittore Buzzi

No Comments

Leave a Comment