Vittore Buzzi | Fotografia professionale e COVID19
Fotografia professionale e COVID19
Fotografia professionale e COVID19
20511
post-template-default,single,single-post,postid-20511,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-4.6.2,vc_responsive
Fotografia

La fotografia professionale alla prova del COVID19

La fotografia professionale alla prova del COVID19

Siamo arrivati ad ottobre 2020, la pandemia di Covid19 inizia a lasciare il segno in tutti i settori produttivi in particolar modo in quelli legati all’intrattenimento e che magari dipendono in maniera piuttosto forte dagli stranieri che vengono in Italia.

Hotel, Alberghi, la wedding industry, fiere, congressi, eventi, ristorazione sono rimasti particolarmente colpiti da questo 2020 che ha messo in luce tutte le fragilità di un sistema economico globale fortemente interconnesso.

I fotografi si sono visti subito decurtare i budget, defalcare i lavori e chi non ha capito subito che il contenimento e la struttura (ripartizione fra costi fissi e variabili) dei costi era fondamentale rischia oggi di piangersi addosso.

Ovviamente le previsioni per il 2021 rimangono quanto mai perturbate ed incerte. Tutti noi ci auguriamo il meglio, un vaccino e il contenimento o la scomparsa del virus ma ad oggi l’evidenza è tutta un’altra. Qui i dati aggiornati dal OMS.
Alla luce degli ultimi fatti molti colleghi si chiedono cosa fare adesso, ovviamente non ho una sfera di cristallo però alcune indicazioni mi sento di darle lo stesso. In un periodo di crisi ci sono sempre delle opportunità, intendiamoci non sono un Candido però forse dobbiamo prepararci al peggio e sperare nel meglio.

Come ho già accennato è giunto il momento di fare odine. Via le spese improduttive ed inutili e si invece agli investimenti che vi permettono di ampliare il vostro mercato di riferimento.
Non penso né a macchine fotografiche , né ad attrezzatura ma a:

  • consolidare i legami commerciali che avete con la vostra base di clienti le agenzie di pubblicità, di comunicazione, di content management;
  • produrre o meglio co produrre immagini che possano ampliare o rendere più efficace il vostro portfolio;
  • ripensare la vostra presenza commerciale sia on line che off line;
  • allocare delle risorse allo studio tecnico e artistico;
  • riordinare e riorganizzare l’archivio;
  • analizzare e migliorar il vostro workflow;
  • dedicare del tempo a quei progetti personali che avete sempre rimandato, muovendovi si hanno nuovi contatti e questo fa accadere cose;
  • stringere delle partnership con colleghi complementari a voi in modo da aumentare la possibile penetrazione nel mercato.

Tutte queste simpatiche iniziative richiederanno molta fatica ma la differenza la farà chi non aspetta gli avvenimenti ma chi si metterà a pensare in maniera trasversale.

Qui se siete interessati a dei Corsi Privati di Fotografia.

Vittore Buzzi

No Comments

Leave a Comment